venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Ordine monetario a Cuba con effetti a medio e lungo termine

L'Avana, 28 dic (Prensa Latina) L'ordine monetario a Cuba avrà effetti a medio e lungo termine, ma a breve termine gli impatti positivi sull'attività produttiva saranno minimi, avvertono gli accademici.

Riflettendo sul significato di questo processo in atto nel Paese e che entrerà in vigore il 1° gennaio, lo specialista Ricardo Torres, del Centro per gli Studi sull’Economia Cubana, afferma che questa previsione lascia da parte la possibilità che almeno nel primo anno si registrano apprezzabili guadagni di potere d’acquisto nelle fasce della popolazione.

Le autorità cubane hanno deciso di sviluppare l’unificazione monetaria e dei cambi, un processo complesso che implica modifiche di ampio respiro in vari aspetti economico-finanziari, che sono anche irrimediabilmente necessarie per vedere i loro primi risultati, ha aggiunto Torres.

Dialogando con Prensa Latina, l’economista ha spiegato che poiché la ricchezza creata non cambia nei momenti iniziali, qualsiasi aumento del potere d’acquisto in un gruppo implica una perdita equivalente nel resto degli attori.

A questo proposito, ha spiegato che in definitiva l’aumento del consumo reale e del tenore di vita dipendono da aumenti sostenuti della produttività, che hanno a che fare con misure di maggiore rilevanza.

Torres ha ricordato che l’ordinanza è progettata con una natura interdisciplinare e trasversale, che include l’unificazione monetaria e valutaria, l’eliminazione di sovvenzioni eccessive e gratifiche indebite, nonché la trasformazione del reddito, tutto per far avanzare la strategia economica del paese.

A suo avviso, purtroppo, e nonostante il fatto che i documenti politici fondamentali dettino chiare linee guida per alcune di queste misure, la loro attuazione è stata lenta e non strutturata, il che ha limitato l’impatto delle riforme che sono state messe in pratica.

In definitiva, il tenore di vita degli abitanti di un paese dipende dalla traiettoria della produttività e questo dipende da fattori strutturali, in modo che le trasformazioni nel settore nominale possono facilitare altri cambiamenti, ma sono generalmente inutili se isolati da altri, ha affermato Torres. Per lo specialista dell’economia cubana, la piena attuazione delle disposizioni del sistema monetario è giustificata dalla convinzione condivisa da ampi settori del governo e dagli accademici, basata sul suo impatto sull’accaduto di altri cambiamenti necessari nella riforma.

Ci sono, tuttavia, disaccordi sulla sequenza e sulla portata della sua attuazione, ma in ogni caso sarà una delle trasformazioni più importanti dell’ambiente economico cubano negli ultimi 30 anni, ha previsto il dottore in Scienze Economiche dell’Università de L’Avana.

Ig/crc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE