giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Diaz-Canel sottolinea il rifiuto globale della politica statunitense contro Cuba

L'Avana, 14 gen (Prensa Latina) Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha sottolineato oggi la condanna della comunità internazionale per l'inclusione dell'isola nella lista unilaterale delle "nazioni che sponsorizzano il terrorismo", stilata dagli Stati Uniti.

“Le voci del mondo rifiutano l’atteggiamento vile degli Stati Uniti contro Cuba. Condannano a livello internazionale la fallimentare e crudele politica imperiale”, ha scritto sul suo account di Twitter.

In precedenza, il ministro delle Relazioni Estere cubano, Bruno Rodríguez, ha ringraziato le manifestazioni di sostegno di attivisti, politici, istituzioni e personalità di tutto il mondo, che hanno condannato il provvedimento del Dipartimento di Stato statunitense.

Infatti, i messaggi dei governi di Venezuela, Cina e Siria, così come di partiti comunisti di altri paesi, gruppi di solidarietà, eurodeputati, blocchi regionali, tra gli altri, hanno descritto questa azione come un tentativo di porre nuove restrizioni economiche e diplomatiche a Cuba. 

Díaz-Canel ha avvertito il giorno prima che questa inclusione rappresenta “l’ultimo colpo di un’amministrazione fallita e corrotta compromessa con la mafia cubana di Miami”.

“La screditata amministrazione di Trump fa tutto il possibile per ostacolare e impedire un miglioramento delle relazioni durante la presidenza di Joe Biden”, ha denunciato su Twitter.

Nonostante il rifiuto internazionale di questa decisione unilaterale, il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha annunciato la designazione dell’isola nell’elenco delle nazioni che, secondo il suo governo, sponsorizzano il terrore.

L’isola era stata esclusa da quel gruppo nel 2015, durante il processo di riavvicinamento con gli Stati Uniti nel secondo mandato di Barack Obama (2009-2017).

Ig/idm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE