giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Gli Stati Uniti inviano ancora più rinforzi alle loro basi illegali in Siria

Damasco, 24 feb (Prensa Latina) L'esercito degli Stati Uniti ha inviato oggi ancora più armi, materiale logistico e militare alle sue basi nella regione di Al-Jazeera, nel nord-est della Siria.

Secondo gli attivisti citati dalla televisione ufficiale, due elicotteri degli occupanti statunitensi hanno trasportato proiettili di artiglieria e missili alla loro base nella città di Shaddadi, nella provincia meridionale di Hasakeh.

Inoltre, un convoglio di 40 container e camion che trasportavano 20 veicoli blindati e attrezzature militari è entrato in Siria dal nord dell’Iraq e si è diretto verso la base istituita da Washington nella zona ricca di petrolio di Remelan.

Recenti rapporti diffusi dai media siriani ufficiali indicano che Washington ha costruito due nuove basi, la prima a Malikia, nel triangolo di confine tra Siria, Iraq e Turchia, e la seconda nel giacimento di gas di Koniko, nella provincia orientale di Deir ez-Zor.

Il governo di Damasco ha ripetutamente denunciato la presenza illegale di truppe statunitensi, che ha descritto come un’occupazione, e ha assicurato che sarebbero state costrette a lasciare il paese di fronte alla crescente resistenza popolare.

Ha anche reso pubbliche confessioni di terroristi catturati, che hanno confermato che i recenti attacchi dell’Isis nel deserto sono pianificati e facilitati dalle truppe di Washington, che offrono armi e supporto di intelligence dalle loro basi in Siria ai radicali al fine di prolungare la guerra in questa nazione del Levante.

 

Ig/fm 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE