giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Denunciano i tentativi di plagiare il celebre caffè cubano Cubita

L'Avana, 2 mar (Prensa Latina) Le immagini pubblicate sui social di un sito che promuove il caffè Cubita, marchio cubano riconosciuto nel mondo, sono state i primi segnali di un tentativo di plagio del prodotto, denuncia oggi la stampa locale.

 

Secondo il quotidiano Granma, il fatto di vendere il pacchetto a 0,98 dollari ha destato sospetti, poiché Cuba consegna un sacchetto da 230 grammi della merce (forma di presentazione più piccola) ai suoi partner commerciali con un prezzo compreso tra 2,20 e 2,30 dollari.

 

Come ha spiegato al giornale, Ruslan Díaz González, funzionario della società mercantile Cimex, l’allerta è arrivata all’azienda proprio attraverso i social network e le pubblicazioni online, che hanno presentato Cubita nei mercati degli Stati Uniti e del Canada.

 

“Quando abbiamo esaminato le caratteristiche della borsa, in base all’immagine del sito, e analizzando il prezzo di vendita, ci siamo subito resi conto che si trattava di un plagio”, ha detto.

 

Il caffè viene venduto in composizioni da 230, 250, 460, 500 e 1.000 grammi, e tutte le confezioni, indipendentemente dal peso, rispondono allo stesso design, con un formato verticale, ha spiegato la fonte.

 

Inoltre, ha sottolineato, che le confezioni non avevano il sigillo “Lo mio primero”, che caratterizza i prodotti cubani al 100%, e si trova sulla parte anteriore del contenitore.

 

Secondo Díaz González, il plagio è sempre esistito, e ancor di più nei prodotti molto richiesti a livello internazionale.

 

“La cosa importante in questo tipo di situazione è che noi – come esportatori -, insieme al partner commerciale all’estero, intraprendiamo determinate azioni, sia commerciali che legali, per eliminare questa possibile contraffazione all’interno del mercato, ed è così che abbiamo agito, ” ha concluso Diaz Gonzalez.

 

Ig/cgc 

 

 

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE