giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Siria garantisce il ritorno sicuro dei rifugiati e degli sfollati

L'Avana, 16 mar (Prensa Latina) L'ambasciatore siriano a Cuba, Idris Mayya, ha denunciato oggi le terribili conseguenze della guerra terroristica imposta al suo paese, il cui governo lavora per il ritorno dei suoi sfollati e rifugiati in totale sicurezza.

 

“Il popolo siriano ha pagato un prezzo molto alto come risultato di questa guerra, ma ora anche gli europei stanno vedendo e subendo le conseguenze di aver sostenuto il terrorismo in Siria”, ha detto l’ambasciatore.

 

Dopo un decennio di lotta al terrorismo, le forze del governo del presidente Bashar Al-Assad, con il supporto degli alleati internazionali, sono riuscite a liberare la maggior parte del territorio del paese dalle forze estremiste, nonostante le forti pressioni e le continue azioni illegali da parte degli Stati Uniti, Israele e Unione Europea, ha sottolineato Mayya.

 

Dall’inizio di questa guerra, il governo della Casa Bianca ha emesso otto ordinanze esecutive attraverso le quali ha imposto misure unilaterali, economiche, bancarie coercitive, simili alla Legge Helms-Burtton applicata da Washington contro Cuba, e che cercano di danneggiare i cittadini e ostacolare la ricostruzione del paese”, ha denunciato.

 

Mayya ha anche ricordato che l’Alleanza Internazionale contro il Terrorismo, guidata dagli Stati Uniti, è un’organizzazione creata al di fuori del quadro della legalità internazionale, senza nessun mandato del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e senza l’approvazione del governo della Repubblica Araba Siriana, quindi le sue azioni rappresentano un’aggressione militare diretta contro il suo paese.

 

“L’unico risultato che questa alleanza ha ottenuto è stato l’assassinio di migliaia di cittadini civili e la distruzione di infrastrutture, in particolare scuole, ospedali e centrali idriche ed elettriche”, ha detto.

 

Ha anche denunciato l’atteggiamento del governo turco, che continua a fornire sostegno alle organizzazioni terroristiche, soprattutto nella città di Idlib.

 

L’ambasciatore siriano a Cuba ha sottolineato che, nonostante la difficile situazione economica che sta attraversando il suo Paese, lo Stato siriano continua ad adoperarsi per garantire tutte le condizioni che consentano il rientro degli sfollati e dei rifugiati in totale sicurezza, che giocheranno un ruolo decisivo nella ricostruzione della vita economica e sociale della nazione. 

 

Ig/lac

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE