sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Gli sforzi per ridurre la mortalità infantile sono raddoppiati a Santiago de Cuba

Santiago de Cuba, 5 mag (Prensa Latina) Una strategia rafforzata per ridurre la mortalità infantile viene applicata oggi in questa provincia, la più montuosa di Cuba, e in mezzo alle complessità derivate dalla lotta contro la COVID-19.

La governatrice del territorio, Beatriz Johnson, e la vicedirettrice del sistema sanitario, la dott.ssa Elizabeth Oller, hanno ratificato come priorità la conclusione degli investimenti in corso in diversi ospedali e la formazione, organizzazione e intervento nei complessi processi dei programmi del settore.

Il rafforzamento della politica di attenzione alle dinamiche demografiche del paese con la stimolazione delle nascite è un’altra delle linee principali di lavoro, ed ha aggiunto il protagonismo dell’assistenza sanitaria di base con gli ambulatori dei medici di famiglia nelle comunità.

Bisogna rilevare e monitorare i rischi delle gravidanze precoci, il miglioramento delle case di maternità per le donne incinte e il rafforzamento delle specialità di neonatologia, ostetricia e ginecologia e imaging.

I punti di forza per questi scopi sono nella ristrutturazione edilizia dell’Ospedale Materno Tamara Bunke, uno dei pilastri della città, e nello sviluppo del centro per la cura delle coppie infertili nell’Ospedale Generale Juan Bruno Zayas.

Il supporto di specialisti del Ministero della Salute Pubblica e la partecipazione di professionisti altamente qualificati ed esperti per rilevare la situazione delle donne incinte nei quartieri è un altro elemento di queste azioni finalizzate a un programma essenziale del sistema sanitario cubano.

Ig/mca

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE