giovedì 25 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’ONU vede nell’Accordo di Pace una soluzione alla crisi in Colombia

Bogotá, 7 mag (Prensa Latina) Il Sistema delle Nazioni Unite (ONU) in Colombia ha ritenuto oggi che l'attuazione dell'Accordo di Pace del 2016 potrebbe essere la soluzione alla crisi nel paese sudamericano.

In un comunicato, l’ONU afferma che il patto tra lo Stato e le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia- Esercito del Popolo (FARC-EP) smobilitate, sarebbe la garanzia al diritto alla libertà di riunione, protesta e rispetto dei diritti umani da parte delle forze dell’ordine.

L’accordo, si legge nel documento, “offre elementi per regolare queste garanzie e rafforzare la partecipazione dei cittadini”.

La nazione sudamericana è teatro da 10 giorni di uno sciopero nazionale indetto da organizzazioni sindacali, studenti e popolazioni indigene in segno di rifiuto di una serie di misure governative.

Il malcontento sociale è duramente represso dalle forze dell’ordine, il cui comportamento violento ha provocato una trentina di morti e più di 1.200 feriti, secondo le informazioni fornite dai manifestanti e confermate dalle organizzazioni per i diritti umani.

L’ONU Colombia ha ribadito la sua condanna di qualsiasi tipo di azione violenta da parte della polizia e dei militari, inclusa la violenza sessuale, e ha chiesto che i responsabili di questi atti siano assicurati alla giustizia.

Il 4 maggio, la portavoce dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Marta Hurtado, ha espresso sgomento per l’uso di armi da fuoco da parte della polizia contro i manifestanti nella città di Cali.

Hurtado ha poi ricordato allo Stato “la sua responsabilità di proteggere i diritti umani, compreso il diritto alla vita e alla sicurezza personale, e di facilitare l’esercizio del diritto alla libertà di riunione pacifica”.

ONU Colombia ha anche ricordato l’importanza di sostenere le missioni umanitarie che forniscono assistenza nel mezzo della pandemia della COVID-19, una malattia che, secondo i dati ufficiali, ha causato la morte di 76.414 colombiani.

L’organizzazione internazionale ha evidenziato l’opportunità di dialogo tra il governo e i diversi settori affiliati allo sciopero e ha ritenuto che deve essere un incontro inclusivo, al fine di ottenere risultati concreti per risolvere pacificamente la situazione attuale.

Ig/avs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE