mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Norvegia chiede la fine della violenza israeliana contro i palestinesi

Oslo, 10 mag (Prensa Latina) Il ministro degli Esteri norvegese, Ine Eriksen Soreide, ha chiesto oggi la fine della violenza israeliana contro i palestinesi nei territori occupati di Gerusalemme orientale, che ha già provocato circa 400 feriti.

“Gerusalemme è una città santa per molte religioni. Il rispetto per la fede degli altri dovrebbe prevalere, specialmente durante le festività religiose (settimana del Ramadan). L’integrità dei luoghi sacri e lo status quo storico devono essere pienamente mantenuti e rispettati”, ha affermato Soreide.

Allo stesso modo, ha chiesto il rispetto della sicurezza e dei diritti degli abitanti, che subiscono la violenza della polizia israeliana.

Di fronte a questa situazione di tensione, ha aggiunto, esorto i leader politici, religiosi a fare tutto il possibile per ridurre il conflitto.

Le minacce, gli incitamenti e l’uso della violenza sono inaccettabili e devono cessare, ha affermato.

Le proteste, iniziate la scorsa settimana per l’espulsione dei residenti arabi del distretto di Sheikh Jarrah per costruire un insediamento per gli israeliani, sono peggiorate dopo l’invasione di fanatici ebrei nel complesso della Moschea di Al Aqsa, uno dei tre luoghi più sacri dell’Islam.

Sia l’Organizzazione delle Nazioni Unite che l’Unione Europea, così come vari paesi, hanno chiesto a Tel Aviv di fermare la repressione e la costruzione degli insediamenti israeliani nei territori occupati.

Tra i feriti ci sono duecento bambini, denuncia l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Infanzia, UNICEF.

Ig/ro

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE