sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il presidente Bolsonaro con la peggiore approvazione come presidente del Brasile

Brasilia, 13 mag (Prensa Latina) Il governo del presidente Jair Bolsonaro ha ricevuto il 24% dei consensi in Brasile, la cifra peggiore da quando è entrato in carica nel 2019, ha rivelato oggi un sondaggio della società Datafolha.

La percentuale di chi considera ottima o buona la gestione è scesa di sei punti (dal 30 per cento rispetto a marzo), dal sondaggio precedente.

Per chi ritiene che l’esecutivo sia cattivo o terribile, era il 44% e ora il 45% nello studio effettuato martedì e mercoledì, con 2.171 interviste in 146 comuni del paese, con un margine di errore di due punti percentuali.

Datafolha dimostra un crollo di 13 punti percentuali nella valutazione di Bolsonaro dall’inizio del mandato nel gennaio 2019.

La valutazione della prestazione dell’ex militare come buona è più alta tra gli uomini (29%) che tra le donne (21%).

Tra le persone di età compresa tra 16 e 24 anni, solo il 13% pensa che la gestione sia ottima o buona, mentre il tasso di approvazione più alto è quello degli over 60 (29).

L’indagine è stata rilasciata nel bel mezzo dei lavori di una Commissione Investigativa Parlamentare (CPI) sulle azioni, omissioni e negligenza del governo nella condotta della pandemia della COVID-19.

Il direttore generale della Pfizer in America Latina, Carlos Murillo, dichiarerà questo giovedì nella Corte Penale Internazionale sul rifiuto del Ministero della Salute ai vaccini anti-COVID-19 dell’azienda farmaceutica statunitense.

L’udienza risponde alla richiesta del capo del consiglio, senatore Omar Aziz, che cerca di chiarire se l’offerta di 70 milioni di dosi di vaccini Pfizer sia effettivamente avvenuta, in quali termini è stata prodotta e quali sono stati i motivi della mancata accettazione.

Ad oggi, Brasile accumula 428.034 morti e 15.359.397 infettati dal coronavirus SARS-CoV-2, che causa la COVID-19.

Ig/ocs Luis Arce ha descritto la questione come molto importante nella sua agenda, in un’intervista alla stampa locale dopo aver completato l’8 maggio sei mesi di governo.

Dalla campagna prima delle elezioni del 18 ottobre 2020, il presidente ha espresso che lavorerà instancabilmente per ricostruire l’economia boliviana, affrontare la pandemia della COVID-19 e recuperare totalmente la democrazia.

Ig/znc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE