mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Palestina denuncia che Israele utilizza armi chimiche contro Gaza

Ramallah, 13 mag (Prensa Latina) Israele lancia missili con gas velenoso contro Gaza, ha confermato oggi una fonte ufficiale palestinese, secondo cui un numero imprecisato di persone è morto asfissiato da queste sostanze chimiche.

Molti di coloro che sono morti per gli effetti dei gas tossici sono stati ricoverati all’ospedale Al Shifah e sottoposti a un esame forense, ha aggiunto l’informatore, secondo l’agenzia di stampa ufficiale WAFA.

Nel frattempo, l’esercito israeliano sta solo aspettando l’ordine di lanciare contro la Frangia di Gaza, ha assicurato oggi il portavoce del ministero della Difesa mentre fonti in Palestina hanno riportato a 83 il numero dei morti per i bombardamenti contro quel territorio palestinese.

Il bilancio delle vittime, ancora parziale, comprende 13 bambini e sette donne e il numero dei feriti dai bombardamenti israeliani contro la Frangia si aggira intorno al mezzo migliaio, ha aggiunto un funzionario del Ministero della Salute palestinese, Ashraf Al Qidra, che ha segnalato la crescente carenza di mezzi e attrezzature per curarli.

Da parte israeliana, fonti ufficiali ammettono la morte di sette persone, tra cui un ufficiale di polizia, contrasto che mostra l’asimmetria della collisione avviata dall’espulsione dei residenti arabi nel distretto di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Orientale per consegnare le case agli occupanti illegali ebrei nel territorio palestinese occupato.

Israele assicura che lo scoppio della violenza è il risultato del lancio di missili sul suo territorio, ma la collisione include diversi elementi esplosivi, il principale è la costante profanazione da parte degli israeliani delle piazze delle Moschee, tra cui Al Aqsa, uno dei tre luoghi più sacri per i musulmani.

A Gaza il panorama è desolante: edifici residenziali crollati, tubi rotti che versano acqua potabile che è sempre più scarsa e intere famiglie alla ricerca di un posto dove passare la notte e rifugiarsi dai raid aerei dal territorio di Israele.

Da parte sua, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha assicurato che il suo governo “protesta a tutti i livelli e farà tutto il possibile per difendere la sua gente e fermare l’occupazione e impedire che i coloni israeliani danneggino i luoghi santi e il resto dei territori palestinesi”.

Il presidente ha aggiunto che le continue aggressioni israeliane a Gerusalemme e Gaza superano tutti i limiti nel totale disprezzo di tutte le norme e degli accordi internazionali.

Ig/msl

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE