venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’intervento sanitario contro la COVID-19 a Cuba raggiunge 440.000 persone

L'Avana, 17 mag (Prensa Latina) Un totale di 442.395 persone a Cuba hanno ricevuto la prima dose del candidato vaccinale contro la COVID-19, Abdala, come parte del processo di intervento sanitario, ha riferito oggi una fonte ufficiale.

In una conferenza stampa televisiva, il direttore nazionale di Epidemiologia, Francisco Durán, ha spiegato che nella prima settimana di questo processo sono state somministrate 186.499 dosi nella capitale della nazione caraibica e altre 255.896 tra operatori sanitari e personale vulnerabile a livello nazionale.
 
Questo intervento, al quale partecipano anche studenti delle scienze mediche, operatori dei settori biofarmaceutico e della sanità pubblica, è iniziato con Abdala, progettato dal Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologie (CIGB), in diverse province cubane e territori de L’Avana, come Regla, Guanabacoa, Habana del Este e San Miguel del Padrón.
 
Il periodo di vaccinazione verrà successivamente esteso alle aree dei comuni di Arroyo Naranjo, Boyeros e Cotorro, con cui le autorità sanitarie sperano di vaccinare altri 383.000 soggetti.
 
A breve si aggiungerà il candidato vaccinale Soberana 02, dell’Instituo Finlay dei Vaccini (IFV), previsto per la seconda fase dell’intervento sanitario a L’Avana nei municipi Plaza, Playa, Centro Habana, Habana Vieja, Cerro, Diez de Octubre, La Lisa e Marianao.
 
Il ministro della Sanità Pubblica cubana, José Ángel Portal Miranda, ha recentemente sottolineato che l’intervento sanitario è conforme agli standard etici approvati per la ricerca sugli esseri umani.
 
Ha anche detto che si applicano le procedure metodologiche richieste e un piano di garanzia che sarà eseguito in base alle escalation di produzione.
 
“Avanzare nella vaccinazione di diversi gruppi di popolazione dovrebbe contribuire alla riduzione dei malati e dei deceduti, nonché promuovere una possibile diminuzione della trasmissione, che consentirebbe un graduale ritorno alle attività sociali ed economiche nel territorio nazionale”, ha detto.
 
Cuba ha un totale di cinque proposte di vaccini per contrastare la COVID-19; Soberana 02 e Abdala, sono entrambi in studi clinici di fase III ed in studi di intervento.
 
A questi si aggiungono Soberana 01 e Soberana Plus, entrambi di IFV; e Mambisa, del CIGB, l’unico progettato sull’isola per essere somministrato per via nasale.
 
Ig/cdg
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE