mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’ONU avverte del terribile aumento della violenza in Palestina

Nazioni Unite, 20 mag (Prensa Latina) Il Segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha messo in guardia oggi sul pericoloso e terribile aumento della violenza mortale nei territori palestinesi occupati, e ha ribadito la sua richiesta della fine delle ostilità.

Parlando all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha dimostrato una grande preoccupazione per l’escalation del conflitto tra Israele e Palestina negli ultimi 10 giorni.

I combattimenti hanno lasciato migliaia di palestinesi senza casa e costretto più di 50.000 persone a lasciare le loro case e cercare rifugio nelle scuole dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e il lavoro per i rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente (Unrwa, il suo acronimo in inglese), ha descritto .

Cercano anche rifugio nelle moschee e in altri luoghi con scarso accesso all’acqua, al cibo, all’igiene o ai servizi sanitari, ha detto il diplomatico portoghese.

Se c’è l’inferno sulla terra, si è lamentato Guterres, lo vediamo oggi nella vita dei bambini nella Striscia di Gaza.

Il capo delle Nazioni Unite ha insistito sul suo invito a tutte le parti a cessare immediatamente le ostilità.

Come ha sottolineato, un processo di pace rivitalizzato è l’unica via per una soluzione giusta e duratura al conflitto, ed è imperativo mantenere viva quella visione a lungo termine.

Ha anche annunciato che le Nazioni Unite lanceranno presto un appello umanitario per ottenere fondi e assistere le comunità palestinesi colpite.

Il coordinatore speciale delle Nazioni Unite per il processo di pace in Medio Oriente, Tor Wennesland, è attualmente in Qatar come parte degli sforzi dell’organismo multilaterale per riportare la calma in Israele e nel territorio palestinese occupato, in particolare a Gaza, ha detto.

Allo stesso modo, ha aggiunto, l’ONU sta collaborando attivamente con tutte le parti interessate per ottenere un cessate il fuoco immediato.

Oltre a partecipare alla sessione di giovedì in Assemblea Generale per discutere la questione palestinese e la situazione in Medio Oriente, il segretario generale ha tenuto una riunione su questi temi con i ministri arabi.

In questo, ha riaffermato la necessità di raggiungere una soluzione politica che metta fine all’occupazione israeliana della Palestina e consenta la creazione di due Stati, che possono vivere in pace e sicurezza.

Ig/ifb

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE