sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I senatori statunitensi hanno presentato un disegno di legge contro il bloqueo che colpisce Cuba

Washington, 21 mag (Prensa Latina) Diversi senatori statunitensi hanno presentato un disegno di legge bipartito al Congresso per revocare il bloqueo economico, commerciale e finanziario che gli Stati Uniti mantengono oggi contro Cuba.

 

I democratici Amy Klobuchar e Patrick Leahy, così come il repubblicano Jerry Moran, hanno presentato ieri il progetto di legge sulla libertà di esportazione a Cuba.

 

Secondo i suoi sponsor, l’obiettivo è aprire la strada a nuove opportunità economiche per le imprese e gli agricoltori statunitensi, aumentando le esportazioni della nazione settentrionale e consentendo ai cubani un maggiore accesso ai prodotti statunitensi.

 

Se approvata, questa legislazione abrogherebbe le precedenti disposizioni chiave che impediscono agli statunitensi di fare affari a Cuba, ma non rimuove le sezioni dei testi legali che trattano alcuni aspetti dei diritti umani o delle rivendicazioni di proprietà contro il governo dell’isola.

 

“Invece di guardare al futuro, la politica degli Stati Uniti nei confronti di Cuba è stata per troppo tempo permeata dal passato”, ha detto Klobuchar, in una dichiarazione pubblicata sul suo sito web.

 

A questo proposito, Moran ha affermato che le sanzioni unilaterali contro Cuba “impediscono ai nostri stessi agricoltori, allevatori e produttori di vendere in un mercato a sole 90 miglia dalla nostra costa, mentre i concorrenti stranieri come la Cina traggono vantaggio a nostre spese”.

 

“Questo disegno di legge metterebbe fine a una politica sbagliata e fallita di sanzioni unilaterali che danneggia il popolo cubano e froda le aziende e i lavoratori statunitensi”, ha detto Leahy, secondo una dichiarazione pubblicata sul suo sito web.

 

Tra le altre disposizioni, questo progetto di legge sulla libertà di esportazione a Cuba abrogherebbe le attuali restrizioni legali per fare affari con la nazione caraibica, così come altri statuti che vietano le transazioni tra società possedute o controllate dagli Stati Uniti e da Cuba.

 

La legislazione è stata approvata da Engage Cuba, dall’Ufficio di Washington per l’America Latina e dal Gruppo di lavoro latinoamericano, tra le altre entità favorevoli a un normale rapporto tra Washington e L’Avana.

 

Ig/rgh

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE