mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Oxfam esorta gli Stati Uniti a revocare il bloqueo contro Cuba

L'Avana, 25 mag (Prensa Latina) La confederazione internazionale formata da organizzazioni non governative, Oxfam, ha sollecitato oggi i membri del Congresso degli Stati Uniti ad eliminare il bloqueo imposto contro Cuba e le restrizioni alle relazioni economiche, sociali e politiche.
 
Durante una conferenza stampa, Elena Gentili, direttrice de L'Avana di Oxfam, ha esortato l'amministrazione Joe Biden a normalizzare i legami con la nazione caraibica e a rimuovere Cuba dalla lista dei presunti paesi sponsor del terrorismo. Allo stesso modo, il rappresentante ha chiesto di riaprire i servizi diplomatici, nonché di annullare le limitazioni alle rimesse e ai viaggi applicate dal governo di Donald Trump (2017-2021). Questo, ha detto Gentili, aiuterà le famiglie cubane, l'emergente settore non statale e l'economia del paese. In questo giorno, la presentazione del nuovo rapporto Oxfam “Diritto a vivere senza blocchi. Impatti delle sanzioni degli Stati Uniti sulla popolazione cubana e sulla vita delle donne”. Secondo il rapporto, la politica di Washington influisce maggiormente sulle possibilità delle donne di esercitare e godere dei propri diritti e ignora le loro esigenze, opportunità e autonomia differenziate. Il bloqueo, rafforzato con oltre 240 misure durante l'amministrazione Trump, aggrava la crisi economica e ostacola l'accesso ai fornitori di medicinali, tecnologie, cibo e altri prodotti essenziali, afferma il testo. Le disposizioni unilaterali incidono anche sulla vita quotidiana dei gruppi più vulnerabili, sulle loro famiglie e sui mezzi di sussistenza; ostacolano lo sviluppo delle capacità e dei propri progetti, oltre a limitare i progressi verso una società più giusta e inclusiva, aggiunge. Per questo motivo, Oxfam incoraggia le organizzazioni, le reti e gli altri attori della società civile internazionale ad appoggiare la fine dell'assedio economico, commerciale e finanziario, nonché a lavorare a favore del riavvicinamento tra questi popoli. L'eliminazione del bloqueo, "una politica ingiusta di quasi sei decenni, sosterrà un dialogo costruttivo che coinvolge voci diverse, favorisce le trasformazioni nell'isola e contribuisce a promuovere lo sviluppo con resilienza, garanzia di diritti e giustizia sociale", conclude il rapporto. Ig/cgc
 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE