venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Venezuela denuncia trattamento discriminatorio presso la Corte Penale Internazionale

Caracas, 27 mag (Prensa Latina) Il procuratore generale del Venezuela, Tarek William Saab, ha denunciato oggi che esiste un trattamento ineguale e discriminatorio da parte della Procura della Corte Penale Internazionale (CPI) nei confronti di questa nazione sudamericana.

In un intervento pubblico, il magistrato ha anche chiesto la parità di trattamento nei procedimenti penali, senza pretendere di utilizzare la questione dei diritti umani come una cortina fumogena con un scopo politico.

 

Ha spiegato che Venezuela è stato sottoposto all’esame preliminare solo per tre anni eppure ci sono pressioni per aprire un’indagine senza una vera base giuridica, mentre paesi come Colombia hanno un tratto di collaborazione.

 

“Perché Venezuela non ha una tabella di marcia in questo esame preliminare? Ce l’hanno altri paesi e non lo Stato venezuelano, che ha collaborato in tutti i modi. Ha chiuso l’esame preliminare del Regno Unito sebbene tutte le ONG e la stessa procura hanno ritenuto che il Regno Unito non stesse adempiendo ai suoi doveri “, ha affermato Saab nel suo intervento.

 

Poi, ha messo in dubbio la possibilità di collaborazione quando, nel caso venezuelano, vengono consegnati rapporti ricorrenti su presunte violazioni dei diritti umani e in altri casi c’è silenzio sulle prove.

 

Nonostante tutto, ha detto, dall’ottobre 2020 il Pubblico Ministero ha presentato cinque denunce in sette mesi, con più di 700 procedimenti penali in corso per indagare e punire i funzionari che hanno commesso queste violazioni.

 

“Abbiamo verificato che l’ufficio del procuratore della CPI coopera con altri paesi fornendo informazioni e visitandoli. Perché non fanno lo stesso con Venezuela? Sebbene l’abbiamo invitato, finora non hanno dimostrato interesse, mentre in Colombia ha inviato 12 missioni e la Guinea ha ricevuto 16 visite”, ha concluso.

 

Ig/ycv 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE