mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Prevedono prigione per Trump negli Stati Uniti

Washington, 28 mag (Prensa Latina) L'ex presidente Donald Trump potrebbe seguire le orme del mafioso americano John Gotti e passare il resto della sua vita in prigione, ha detto un'analisi del quotidiano The Hill.

 

Il mafioso Gotti era conosciuto come il “Don del Teflon” perché è stato assolto molte volte dalle accuse di racket. Nessuno poteva toccarlo, finché non l’hanno fatto. Ha trascorso il resto della sua vita in prigione, ha detto James D. Zirin, un ex procuratore federale degli Stati Uniti.

“Il presidente Trump può essere la” celebrità del Teflon “. Ha dichiarato bancarotta sei volte ad Atlantic City ed è rimasto illeso, mentre i suoi creditori sono rimasti disonesti, ha detto l’avvocato.

Nel riesaminare le prove dell’ostruzione alla giustizia nelle indagini sulla Russia, il procuratore generale William Barr ha stabilito che Trump era immune da procedimenti giudiziari, ha detto Zirin.

La Corte Suprema ha infine stabilito che Trump non era immune da un mandato di comparizione del gran giurì statale, emesso dal procuratore distrettuale di New York Cyrus Vance, ma ha ritardato la sua decisione fino a quando l’ex presidente non ha praticamente lasciato l’incarico.

Finora Trump è stato immune, ma potrebbe non esserlo più per molto tempo, ha detto l’avvocato.

In questo senso, ha osservato, il rappresentante Eric Swalwell (Democratico della California) ha intentato una causa civile multimilionaria contro Trump, ai sensi del Ku Klux Klan Act, a seguito del caos che le folle hanno causato ai suoi sostenitori a Capitol Hill il 6 gennaio.

Zirin ha affrontato altre controversie che hanno toccato il magnate di New York, inclusa la sua possibile colpa nell’incoraggiare l’assalto al Campidoglio il 6 gennaio da parte di una folla di sostenitori.

Ha aggiunto che respingendo le affermazioni di Trump di immunità globale, quando Vance ha citato le sue dichiarazioni dei redditi pre-presidenziali, il presidente ha anche affermato di essere immune.

Il giudice capo Roberts ha scritto per la Corte: “Nessun cittadino, nemmeno il presidente, è categoricamente al di sopra del comune dovere di presentare prove quando convocato in un procedimento penale”, ha detto.

Secondo il Washington Post, il procuratore distrettuale del distretto di Manhattan (New York), Cyrus Vance Jr, potrebbe avere le prove di un crimine, se non dall’ex presidente, sì di qualcuno vicino a lui o alle sue aziende.

 

Ig / lb 

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE