domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

I deputati del Cile approvano il ritorno al voto obbligatorio

Santiago del Cile, 15 giu (Prensa Latina) La Camera dei Deputati cilena ha approvato oggi un progetto di riforma costituzionale per ripristinare il voto obbligatorio nelle elezioni popolari, che cerca di emendare il crescente astensionismo nelle elezioni.

 

Questa iniziativa, che ora deve continuare la sua elaborazione al Senato, ha richiesto almeno 93 voti per andare avanti e, nonostante la riluttanza dei legislatori di destra, questa barriera è stata ampiamente superata con 105 a favore, 33 contrari e 9 astenuti.

 

La questione è tornata di attualità dopo la bassissima partecipazione registrata al secondo turno delle elezioni regionali del governatore domenica scorsa, quando solo il 19,6% degli elettori è andato alle urne a livello nazionale, un record negativo.

 

Nello specifico, la riforma modifica l’attuale Costituzione, che stabilisce che il suffragio è personale, egualitario, segreto e volontario, termine che verrebbe cambiato in obbligatorio.

 

Il disegno di legge prevedeva deroghe a tale obbligo per gli over 75 anni, le persone con disabilità e i cileni residenti all’estero, ma tutte sono state respinte ad eccezione di coloro che risiedono fuori dal paese.

 

Se il disegno di legge sarà approvato e inviato al Senato, entrerà in vigore quando verrà modificata la rispettiva legge organica costituzionale, poiché richiederebbe anche al Servizio elettorale di definire le modalità di attuazione e le tipologie di sanzioni per i trasgressori, tra gli altri dettagli.

 

Ig/rc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE