lunedì 15 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

A Cuba si valuta una proposta innovativa per le cooperative agricole

L'Avana, 21 giu (Prensa Latina) Una proposta di innovazione per rafforzare e consolidare le cooperative agricole è stata valutata dal presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, come necessaria per la produzione di cibo nel paese, riporta oggi la stampa locale.

In un incontro con autorità ed esperti, il presidente ha valutato il settore cooperativo come un attore rilevante per il quale ha insistito sulla necessità di agire di conseguenza, precisa il sito web della Presidenza.

Secondo la proposta presentata, tra le carenze di queste strutture produttive spiccano la sfavorevole situazione economica di un importante gruppo, l’uso inefficiente del suolo o il mancato inserimento nelle filiere produttive.

Nella sua presentazione, Alcides López, direttore della Scuola sulle Cooperative del Ministero dell’Agricoltura, ha spiegato che c’è anche una mancanza di stabilità e di preparazione adeguata nei dirigenti delle cooperative.

Sulla base della diagnosi, gli esperti hanno proposto di sciogliere un gruppo di queste strutture e unificarne altre, creare un Istituto per la promozione e lo sviluppo cooperativo per contribuire al rafforzamento di quelle esistenti e promuovere la nascita di nuove entità, nonché rafforzare il necessario supporto legislativo.

Parlando dei problemi e delle soluzioni presentate durante l’incontro, il capo dello Stato ha richiamato l’attenzione, tra le altre carenze, sul modo inadeguato con cui talvolta le imprese e le cooperative interagiscono.

“C’è stato un momento in cui le aziende decidevano cosa comprare con il reddito di una cooperativa, quando il reddito di una cooperativa è proprietà della stessa”, ha osservato.

Il rapporto delle aziende con i soci della cooperativa, ha aggiunto il presidente, deve essere di collaborazione, di relazione mutua, ma l’azienda non gestisce la cooperativa.

La proposta ha il merito di aver preso come punto di partenza una diagnosi alla quale hanno preso parte attiva i soci della cooperativa, come si è sottolineato.

Ig/ebr

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE