mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’esercito russo intercetta un convoglio militare statunitense in Siria

Damasco, 21 giu (Prensa Latina) Le forze russe che operano in Siria su richiesta del suo governo legittimo oggi hanno intercettato un convoglio militare statunitense nel nord del paese e lo hanno costretto a tornare indietro, secondo quanto riportato dai media.

L’incidente è avvenuto nella cittadina di Tal Tamer, sulla strategica autostrada M-4 che collega la provincia settentrionale di Aleppo con la provincia nordorientale di Hasakeh.

Le immagini diffuse dell’accaduto hanno mostrato quattro veicoli militari statunitensi che non potevano avanzare sulla strada perché i soldati russi lo avevano impedito.

Fonti citate dalla rete televisiva Russia Today hanno indicato che la pattuglia statunitense ha violato i protocolli firmati trovandosi in quest’area senza preavviso dato alla parte russa, per evitare incidenti conflittuali.

Questo non è il primo incidente perché in precedenti occasioni ci sono stati scontri verbali e forti attriti tra le truppe russe e quelle statunitensi dispiegate illegalmente nell’area.

Il Pentagono ha inviato truppe in Siria senza l’autorizzazione del suo governo o delle Nazioni Unite con il pretesto di combattere il terrorismo, tuttavia attualmente sono concentrate intorno ai giacimenti petroliferi.

Il governo di Damasco ha più volte denunciato la presenza illegale delle truppe statunitensi, definendola un’occupazione, e ha assicurato che le azioni del Pentagono in Siria incoraggiano l’attività terroristica e mirano a destabilizzare il paese e a depredarne le sue ricchezze.

Ig/fm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE