lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Al via in Brasile l’inchiesta sulla corruzione nell’acquisto di vaccini

Al via in Brasile l'inchiesta sulla corruzione nell'acquisto di vaccini

BAl via in Brasile l'inchiesta sulla corruzione nell'acquisto di vaccinirasilia, 1° lug (Prensa Latina) La commissione del Senato che valuta la gestione del governo brasiliano per combattere la COVID-19 (CPI) ascolterà oggi l'imprenditore Francisco Emerson Maximiano, coinvolto in irregolarità durante l'acquisto di Covaxin, il vaccino indiano contro la COVID-19.

L’Agenzia del Senato ha assicurato che sarà la prima udienza in CPI dedicata alle accuse di corruzione contro il ministero della Salute relative all’acquisizione di immunizzanti contro il patogeno.

Maximiano è socio direttore di Precisa Medicamentos, la società responsabile di un contratto con il portafoglio Sanità per l’acquisto di Covaxin, un vaccino che non ha l’autorizzazione dell’Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria.

La scorsa settimana, Ricardo Miranda, un funzionario del ministero, ha confessato al consiglio di essere stato costretto a pagare una fattura della trattativa che conteneva diverse anomalie.

Bolsonnaro ha persino inviato una lettera al primo ministro indiano, Narendra Modi, per esprimere l’interesse del Brasile per il vaccino.

Secondo il senatore Rogério Carvalho, membro supplente del CPI, c’è grande attesa per la testimonianza di Maximiano, poiché la commissione comprende che ha molte informazioni e prove sull’acquisto di Covaxin.

“Speriamo che l’imprenditore possa dare più elementi su quanto sappiamo: il vaccino è stato acquistato a un prezzo un 50% più caro delle dosi del vaccino della Pfizer e un’azienda, senza essere nel contratto, avrebbe ricevuto il pagamento”, ha assicurato.

Visti i fatti, la Procura di Brasilia ha avviato un’indagine penale sulle anomalie nell’acquisto di Covaxin.

Ig/ocs

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE