lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Confermano lo sciopero contro le manovre per bloccare Castillo in Perù

Lima, 5 lug (Prensa Latina) Un fronte sociale in Perù ha confermato per domani uno sciopero nazionale contro le manovre per impedire l'insediamento del presidente eletto Pedro Castillo, dopo le nuove pressioni della sconfitta Keiko Fujimori, si è saputo oggi.

 

Il Fronte Nazionale per la Democrazia e la Governabilità ha sottolineato che la giornata di protesta civica e popolare si terrà in tutto il paese di fronte ai persistenti tentativi di Fujimori e dei suoi alleati di ignorare la volontà popolare e compiere un golpe di stato.

 

Questa alleanza è composta dal partito che Castillo ha rappresentato alle elezioni, Perù Libre, così come Juntos por el Perú, Nuevo Perú e Frente Amplio, tra gli altri gruppi, così come la Confederazione Generale dei Lavoratori, le organizzazioni contadine e di quartiere e vari gruppi di cittadini.

 

La proclamazione presidenziale di Castillo è in attesa delle ultime attività della Giuria per le Elezioni Nazionali (JNE), che ha respinto le accuse di brogli, senza prove, e altre manovre di Fujimori per impedire la ratifica della vittoria ottenuta dall’insegnante rurale alle urne.

 

Nonostante il fallimento di tutte le sue pressioni locali e internazionali per una revisione del voto del 6 giugno, la candidata sconfitta continua a mobilitare gruppi di sostenitori che da ieri hanno chiesto nuove elezioni, nonostante queste siano legalmente possibili solo se un terzo degli elettori vota in bianco o nullo.

 

Nel 2016 Fujimori ha anche resistito ad accettare la sua sconfitta in un ballottaggio, con un margine simile al risultato attuale, contro il neoliberista Pedro Pablo Kuczynski, che ha combattuto nonostante l’affinità ideologica tra i due.

 

Ig/mrs 

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE