lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’ONU esige ad Israele di porre fine al blocco di Gaza

Ramallah, 9 lug (Prensa Latina) La coordinatrice umanitaria dell'Onu per i territori palestinesi occupati, Lynn Hastings, ha esatto oggi ad Israele di porre fine al blocco della Striscia di Gaza per cercare di risolvere la grave crisi umanitaria che affligge quel territorio.

Esorto le autorità di Tel Aviv affinché allentino le restrizioni alla circolazione delle merci e persone da e verso Gaza, in conformità con la risoluzione 1860 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di revocarle definitivamente, ha affermato la funzionaria in una nota.

A questo proposito, ha ricordato che “Israele deve rispettare i suoi obblighi ai sensi del diritto internazionale umanitario, dal momento che l’assistenza umanitaria non è condizionata”.

Se non possiamo portare regolarmente merci in quella zona, la capacità dell’ONU e dei suoi partner di effettuare interventi critici è in pericolo, così come i mezzi di sussistenza e i servizi di base per la popolazione, ha sottolineato.

Le Nazioni Unite stimano che circa 250.000 persone non hanno accesso regolare all’acqua corrente e che altre 185.000 dipendono da fonti non sicure o pagano prezzi molto alti per i liquidi in bottiglia.

Hastings ha assicurato che la soddisfazione dei bisogni umanitari, compresa la ripresa dei servizi idrici, sanitari e igienico-sanitari di base, e il processo di ricostruzione non possono procedere senza l’ingresso di un’ampia gamma di rifornimenti.

Ha detto che l’interruzione dell’ingresso regolare di beni commerciali colpisce il lavoro di centinaia di aziende del settore privato a Gaza e il reddito di migliaia di lavoratori.

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE