lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Petrolio siriano saccheggiato dagli USA

Damasco, 16 lug (Prensa Latina) Almeno 70 autocisterne cariche di petrolio sono state portate oggi nel nord dell'Iraq dalle forze statunitensi presenti illegalmente nel territorio siriano.

 

Gli attivisti citati dalla televisione di stato hanno indicato che un convoglio di 44 container e camion ha lasciato la base militare di Kherab Jir nel comune di Malkieh, nella provincia nord-orientale di Hasakeh, ed è entrato nel territorio iracheno.

 

Poche ore dopo la prima colonna, un’altra composta da 26 camion custoditi da mezzi blindati, è partita attraverso il valico illegale di al-Walid che le truppe Usa solitamente utilizzano per entrare e uscire dalla Siria.

 

Entrambe le carovane erano sorvegliate da diversi mezzi di artiglieria appartenenti alle cosiddette Forze Democratiche della Siria (FDS), formazione armata illegale finanziata e sponsorizzata da Washington.

 

Washington ha almeno una dozzina di basi in Siria, per lo più nei giacimenti di petrolio e gas, principalmente nella provincia di Hasakeh, pur mantenendo anche una base nell’area di Tanef al confine con l’Iraq per impedire qualsiasi comunicazione terrestre tra i due paesi.

 

Damasco e Mosca hanno più volte denunciato la presenza illegale di truppe statunitensi che incoraggiano l’attività terroristica e vogliono destabilizzare il paese, oltre a privare il popolo siriano di ricchezza attraverso furti e razzie di grano e petrolio.

 

Ig/fm

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE