venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il capo delle Nazioni Unite rende omaggio alle vittime di Hiroshima

Il capo delle Nazioni Unite rende omaggio alle vittime di Hiroshima

Il capo delle Nazioni Unite rende omaggio alle vittime di HiroshimaNazioni Unite, 6 ago (Prensa Latina) Il segretario generale dell'Onu, António Guterres, ha reso oggi omaggio alle vittime e ai sopravvissuti al bombardamento atomico di Hiroshima, e ha sottolineato che l'unica garanzia contro l'uso delle armi nucleari è la loro totale eliminazione.

Nel suo video-messaggio per la commemorazione al Monumento alla Pace di Hiroshima, ha ricordato che in questo giorno, 76 anni fa, una sola arma nucleare ha portato sofferenze inimmaginabili al popolo giapponese.

La bomba atomica uccise all’istante decine di migliaia di persone, e molte altre decine di migliaia negli anni successivi, lamentava il più alto rappresentante delle Nazioni Unite.

Secondo Guterres, Hiroshima è definita non solo dalla tragedia che si scatena in essa, ma anche dagli insegnamenti che ha lasciato.

I sopravvissuti a quella tragedia, gli Hibakusha, hanno dedicato la loro vita alla condivisione delle loro esperienze e alla campagna per assicurarsi che nessun altro subisca il loro destino, ha osservato il diplomatico portoghese.

Le Nazioni Unite condividono la visione di Hibakusha di un mondo senza armi nucleari, ha detto, ma c’è una profonda preoccupazione per la mancanza di progressi verso l’obiettivo di un mondo senza armi nucleari.

Il 6 agosto 1945, un aereo bombardiere Boeing B-29, battezzato Enola Gay, sganciò la bomba ‘Little Boy’ a Hiroshima che fece esplodere un carico di 15.000 tonnellate di tritolo e devastò un raggio di 13 chilometri quadrati.

Tre giorni dopo, l’aviazione statunitense sorvolò la città giapponese di Kokura, tuttavia, il cielo era così nuvoloso che fu necessario eseguire un piano alternativo, per sganciare la bomba “Fat Man” su Nagasaki.

Entrambi gli attacchi delle forze statunitensi provocarono la morte di oltre 140.000 persone e nello stesso mese di agosto l’imperatore giapponese Hirohito ufficializzò un annuncio di resa materializzato il 2 settembre di quell’anno.

Fu l’allora presidente degli Stati Uniti, Harry S. Truman, che, nell’ambito della seconda guerra mondiale, autorizzò un bombardamento di Hiroshima poiché  Giappone si era rifiutato di accettare la resa proposta dagli alleati.

Ig/ifb

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE