lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

L’Italia eroga fondi per azioni di assistenza alimentare a Cuba

L'Italia eroga fondi per azioni di assistenza alimentare a Cuba

L'Italia eroga fondi per azioni di assistenza alimentare a CubaL'Avana, 6 ago (Prensa Latina) Il governo italiano ha annunciato oggi il contributo di 120.000 euro per il Programma Alimentare Mondiale (WFP) per sostenere le azioni di assistenza alimentare svolte da quel meccanismo delle Nazioni Unite a Cuba.

Secondo il rappresentante del WFP nella nazione caraibica, Paolo Mattei, il finanziamento consentirà l’acquisto di 50 tonnellate di fagioli e olio, destinate a rafforzare la dieta di circa 2.300 persone assistite negli ospedali de L’Avana e Matanzas.

L’Italia eroga fondi per azioni di assistenza alimentare a Cuba

L’Avana, 6 ago (Prensa Latina) Il governo italiano ha annunciato oggi il contributo di 120.000 euro per il Programma Alimentare Mondiale (WFP) per sostenere le azioni di assistenza alimentare svolte da quel meccanismo delle Nazioni Unite a Cuba.

Secondo il rappresentante del WFP nella nazione caraibica, Paolo Mattei, il finanziamento consentirà l’acquisto di 50 tonnellate di fagioli e olio, destinate a rafforzare la dieta di circa 2.300 persone assistite negli ospedali de L’Avana e Matanzas.

Il WFP conferma il suo impegno a continuare a lavorare con i nostri partner per sostenere la risposta delle autorità locali a favore della sicurezza alimentare delle persone più vulnerabili, ha affermato Mattei in dichiarazioni alla stampa.

Ha anche ringraziato l’Italia per questo nuovo contributo, che si aggiunge alle azioni svolte dall’Agenzia umanitaria nell’ambito del Piano delle Nazioni Unite per rispondere alla ripresa socio-economica del paese.

L’Italia eroga fondi per azioni di assistenza alimentare a “Cuba Por Parte”; l’ambasciatore italiano a Cuba, Roberto Vellano, ha espresso la sua soddisfazione e quella del suo governo per aver aggiunto questo impegno agli sforzi in corso della comunità internazionale per alleviare le conseguenze della pandemia della COVID-19 a Cuba. “L’Italia non dimentica e ribadisce la sua gratitudine a Cuba per l’aiuto che le brigate mediche, per contenere la pandemia hanno fornito lo scorso anno nelle città di Torino e Crema”, ha sottolineato.

È stata la prima volta che l’isola ha fornito assistenza di questo tipo a un paese sviluppato, sebbene sia comune la presenza di medici cubani in America Latina, nei Caraibi e nei paesi del cosiddetto terzo mondo.

Per Vellano, il contributo del suo governo è un ulteriore esempio degli intensi rapporti bilaterali di cooperazione con Cuba, in un momento complesso, oltre ad aggiungersi ad altre iniziative di solidarietà di associazioni italiane, aziende private e organizzazioni della società civile.

Ig/acl

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE