martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Piani espansionistici israeliani a Gerusalemme Orientale sono pericolosi

Tel Aviv, 9 ago (Prensa Latina) Due organizzazioni israeliane che difendono i diritti dei palestinesi hanno denunciato oggi i nuovi piani espansionistici del governo di Tel Aviv in Cisgiordania e Gerusalemme Orientale.

Il gruppo Paz Ahora ha respinto la proposta di costruire 9.000 case nel vecchio aeroporto Atarot, a Gerusalemme Orientale, in un’area situata tra le città palestinesi di Kfar Aqab, Qalandia e A Ram.

Se approvata e costruita, sarà la prima colonia in quella zona della città dal 1997, quando l’allora governo di Benjamin Netanayhu ha costruito l’insediamento di Har Homa, denunciato dall’Organizzazione Non Governativa (ONG) sul proprio sito web.

Si tratta di un piano molto pericoloso perché infliggerebbe un colpo mortale alla soluzione dei due Stati, poiché si proietta nel cuore della continuità territoriale urbana palestinese, ha sottolineato.

Paz Ahora ha sottolineato che l’iniziativa impedisce la creazione di un futuro stato palestinese con quella parte della città come capitale. Le autorità israeliane stanno promuovendo anche altri progetti: l’espansione di Har Homa, la costruzione di un altro nuovo quartiere a Givat Hamatos e di un terzo vicino alla colonia di Maale Adumim, tutti all’interno o vicino a quella città.

Ognuno di questi piani, “per non parlare del loro effetto combinato, frammenterà l’integrità della Gerusalemme palestinese e si aggiungerà agli ostacoli esistenti a una capitale palestinese nella città, riducendo così le prospettive per una futura soluzione dei due stati”, ha concluso un’altra ONG, Ir Amim.

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE