sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Più di 600 firme avallano la lettera degli scienziati cubani a Biden

L'Avana, 12 ago (Prensa Latina) Più di 600 personalità hanno firmato fino ad oggi la lettera degli scienziati cubani in risposta al presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, per le sue dichiarazioni fuorvianti sulla gestione della pandemia della COVID-19 nell'isola.

Disponibile da questo giovedì all’indirizzo https://www.cienciacubana.cu/es, la lettera ha il sostegno di medici, operatori sanitari, accademici, del paese caraibico e alla quale si sono uniti altri scientifici del mondo.

Il Gruppo Imprenditoriale delle industrie biotecnologiche e farmaceutiche di Cuba (BioCubaFarma) ha diffuso sul suo account Twitter ufficiale questo sito da cui le persone possono sostenere le dichiarazioni degli scienziati di questa nazione.

Il 15 luglio, il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha pubblicamente definito Cuba uno “stato fallito” e ha squalificato la capacità dell’isola, del suo sistema sanitario e scientifico di rispondere alle sfide dell’attuale situazione epidemiologica.

Di fronte a questo pronunciamento disinformato e volto a distorcere la realtà, un’ampia rappresentanza di scienziati, medici e della popolazione cubana e internazionale firmerà la lettera in cui vengono descritte le conquiste della nazione delle Antille in materia di salute e in particolare di fronte alla pandemia.

Il testo evidenzia che l’immunizzazione fa parte del sistema sanitario pubblico di questo paese dal 1962 (con la creazione del Programma Nazionale di Immunizzazione), che garantisce la vaccinazione gratuita e universale delle persone, indipendentemente dallo stato socioeconomico, politico, religioso o di razza.

In questo modo, dal 1999 tutti i cubani sono stati protetti contro 13 malattie potenzialmente letali, tra cui difterite, tetano e pertosse, e otto di questi vaccini sono prodotti nel territorio nazionale.

A causa degli alti tassi di immunizzazione, negli ultimi decenni non è stato registrato un solo caso di morbillo.

A ciò si aggiunge il processo di immunizzazione su tutto il territorio nazionale contro la COVID-19 con proprie proposte di vaccino; in cui un totale di 11.829.000 dosi dei candidati Soberana 02 e Soberana PLUS; oltre al vaccino Abdala (primo in America Latina e Caraibi), sono stati somministrati fino al 10 agosto.

Cuba mantiene una stretta collaborazione su questi temi con l’Organizzazione Mondiale della Sanità e il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia, organizzazioni internazionali che hanno confermato tassi di vaccinazione infantile in questo paese, che superano il 99% di copertura.
Ig/cdg

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE