lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il leader del Sahara occidentale ha chiesto l’intervento delle Nazioni Unite

Algeri, 19 ago (Prensa Latina) Il presidente della Repubblica Araba Saharawi Democratica (RASD) ha esortato il Segretario Generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ad intervenire per fermare l'illegalità marocchina nel suo paese, riferisce una dichiarazione pubblicata oggi.

 

Tra le illegalità, il presidente saharawi, Brahim Ghali, ha incluso le elezioni previste per il prossimo mese nel Sahara occidentale dalle forze di occupazione della monarchia alawita.

 

La lettera descrive le pratiche e le misure del Marocco nel Sahara occidentale come mere attività coloniali e illegali, che non influenzano in alcun modo il suo status giuridico di territorio non autonomo, in attesa della decolonizzazione, come previsto dal diritto internazionale.

 

Il presidente ha ricordato che per oltre tre decenni il Fronte Polisario ha mantenuto il suo impegno per una soluzione pacifica e ha esercitato la massima moderazione per mantenere il cessate il fuoco, nonostante le azioni destabilizzanti dello stato che occupa le aree del Sahara occidentale.

 

Ha poi evidenziato che “per l’assenza di una posizione forte, chiara e ferma da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e del Consiglio di Sicurezza, dallo scorso 13 novembre 2020, il territorio del Sahara Occidentale sta vivendo gravi eventi come conseguenza della violazione marocchina del cessate il fuoco del 1991”.

 

Il presidente saharawi ha sostenuto nella sua lettera a Guterres che queste circostanze hanno portato al crollo del cessate il fuoco e allo scoppio della guerra nella regione.

 

Ig/msl

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE