sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Almeno 12 palestinesi feriti dalla repressione dell’esercito israeliano

Ramallah, 24 set (Prensa Latina) Almeno 12 palestinesi sono stati feriti oggi dall'esercito israeliano durante gli scontri nei villaggi di Beita e Kafr Qaddum, in Cisgiordania, secondo quanto riferito oggi da un'organizzazione umanitaria.

 

La Mezzaluna Rossa Palestinese ha dichiarato in una dichiarazione che i militari hanno aperto il fuoco con proiettili veri, proiettili di gomma e gas lacrimogeni contro i manifestanti nel villaggio di Beita durante una protesta contro la colonizzazione israeliana.

 

Otto di loro sono rimasti feriti, uno gravemente, e altri 18 hanno sofferto di asfissia da gas, evidenzia il testo.

 

Nel frattempo, nella città di Kafr Qaddum, nel governatorato di Qalqilia, quattro palestinesi sono stati feriti in incidenti simili.

 

Da quasi cinque mesi gli abitanti di Beita e dei villaggi vicini protestano quasi quotidianamente contro la costruzione dell’insediamento ebraico di Evaytar sul monte Jabal Sabih.

 

Da allora, diversi palestinesi sono stati uccisi dalla repressione delle forze di Tel Aviv.

 

Dal canto suo, l’agenzia di stampa ufficiale palestinese Wafa ha riferito che otto abitanti della Cisgiordania sono stati arrestati nelle ultime ore in varie operazioni effettuate dai militari del paese vicino.

 

Secondo la legge militare di Tel Aviv, i comandanti dell’esercito hanno piena autorità esecutiva, legislativa e giudiziaria su più di tre milioni di palestinesi che vivono in Cisgiordania.

 

Ig/rob

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE