martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il ministro delle Relazioni Internazionali cubano respinge le accuse del Segretario di Stato statunitense

Nazioni Unite, 24 set (Prensa Latina) Il ministro delle Relazioni Internazionali cubano Bruno Rodríguez ha respinto oggi le accuse del Segretario di Stato statunitense, Antony Blinken, di presunte violazioni dei diritti umani sull'isola, con le quali cerca di giustificare le misure coercitive.

 

Attraverso il suo account Twitter, Bruno Rodríguez ha sottolineato che le allusioni del funzionario statunitense non hanno nulla a che fare con la realtà della nazione caraibica, e ha denunciato che quel paese usa le menzogne per nascondere i propri problemi in quest’area.

“Gli Stati Uniti non sono in grado di giustificare la politica disumana contro la nostra popolazione e ricorrono, come Trump e Pompeo, alle fandonie per distogliere l’attenzione da gravi violazioni dei diritti umani che commettono quotidianamente nel proprio territorio e nel mondo”, ha detto Rodríguez.

 

In un altro messaggio, ha affermato che l’abuso contro i migranti haitiani al confine con gli Stati Uniti è una “disgustosa espressione di disprezzo razzista per il popolo dell’America Latina e dei Caraibi” e ha sottolineato che ogni individuo di qualsiasi paese merita rispetto per la propria dignità umana.

 

“Washington non è assolutamente al di sopra dei principi morali di base”, ha concluso il capo della diplomazia cubana.

 

Ig/kmg 

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE