lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La piaga del traffico disumano dei giocatori di baseball cubani

L'Avana, 27 set (Prensa Latina) Il traffico disumano di giocatori di baseball cubani oggi lacera ogni commento del governo degli Stati Uniti sull'emigrazione legale verso la nazione del nord e incoraggia la continuazione di quel flagello.

 

La possibilità di porre fine al furto di talenti cubani e al loro ingresso illecito negli Stati Uniti ha ricevuto un duro colpo con l’annullamento dell’accordo tra la Federazione delle Grandi Antille (FCB) e la lega professionista statunitense (MLB), sotto l’amministrazione di Donald Trump (2017-2021).

 

L’accordo stabiliva che la FCB avrebbe permesso a tutti i giocatori con almeno 25 anni di età e sei o più anni di esperienza nella Serie Nazionale di potere essere contrattati dai club del MLB.

 

Inoltre, le squadre statunitensi dovevano pagare all’entità isolana una commissione che variava tra il 15 e il 25% del valore dei contratti dei giocatori di baseball.

 

Il patto doveva essere il passaporto d’ingresso per i giocatori cubani che volevano iniziare una carriera professionistica negli Stati Uniti in modo legale e sicuro.

 

Da anni diversi giovani talenti della maggiore delle Antille mettono a rischio la propria vita per raggiungere il confine del paese settentrionale o di altre nazioni con il sogno di diventare delle star.

 

Tuttavia, la cancellazione dell’accordo impedisce ai giocatori cubani di realizzare i loro sogni di raggiungere il baseball organizzato negli Stati Uniti con mezzi naturali, abilitati per il resto dei paesi, e incoraggia le partenze illegali e l’abbandono delle squadre in difesa degli interessi politici, che colpiscono il benessere e la tranquillità della famiglia, ha ricordato l’Istituto Nazionale dello Sport (Inder).

A quei canti di sirena, sei giocatori di baseball dell’isola, che facevano parte della squadra nazionale, si sono arresi ai Mondiali di Sonora, in Messico, che si disputano da giovedì scorso e si concluderanno il 2 ottobre.

 

L’assenza di questi giocatori rappresenta un duro ostacolo per la squadra caraibica e la sua leadership nell’ambizione di discutere il titolo. Non è facile mantenere la mentalità vincente quando questo tipo di cose accadono nel bel mezzo di una competizione. Il nostro pieno supporto per la squadra, siamo con voi, ha specificato l’Inder sul suo sito Twitter.

 

Ig/am

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE