mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Termina il terzo turno di dialogo tra il governo e l’opposizione venezuelana

Caracas, 27 set (Prensa Latina) Il terzo turno di dialogo tra il governo venezuelano e l'opposizione termina oggi in Messico, mentre si attendono dichiarazioni sugli accordi per la restituzione dei beni sottratti al paese.

 

Questa fase della trattativa è iniziata sabato scorso dopo che l’impasse scaturita dalle dichiarazioni della Prima Ministra della Norvegia, Erna Solberg, è stata chiarita dal team facilitatore di quel paese, che ha ribadito che manterrà e dimostrerà rigorosa imparzialità nei rapporti con le parti.

 

Una volta che il rappresentante del paese europeo al tavolo di dialogo, Dag Nylander, si è rammaricato per la dichiarazione dell’alta funzionaria e per l’impatto delle sue dichiarazioni sul ruolo di quella nazione come facilitatore, il leader della squadra del governo venezuelano, Jorge Rodríguez, ha dato il via libera al processo.

 

“Con la lettura appena avvenuta dal rappresentante della squadra facilitatrice del Regno di Norvegia, riteniamo che l’impasse sia superata e continuiamo a lavorare”, ha detto.

 

In recenti dichiarazioni, Rodríguez ha annunciato che questo nuovo turno richiederà la restituzione dei beni sottratti al Venezuela all’estero, per cui sono attese dichiarazioni al riguardo al termine della riunione.

 

Nel turno precedente sono stati approvati due accordi, il primo relativo alla Ratifica e Difesa della Sovranità del Venezuela sulla Guayana Esequiba e il secondo incentrato sulla Protezione Sociale del popolo, tema che verrà discusso anche in questa occasione.

 

Per quanto riguarda l’ultimo punto, entrambe le delegazioni sono alla ricerca di meccanismi per ripristinare e ottenere le risorse che serviranno a soddisfare le esigenze sanitarie nel mezzo della pandemia della COVID-19.

 

Il diplomatico Alex Saab, che resta agli arresti a Capo Verde, si è aggiunto al tavolo di dialogo tra governo e opposizione, mediato dal Regno di Norvegia e Messico, come annunciato nei giorni scorsi dall’Esecutivo.

 

Ig/ycv

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE