martedì 16 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il governo palestinese denuncia l’aumento dei crimini israeliani

Ramallah, 4 ott (Prensa Latina) Il primo ministro palestinese Mohammad Shtayyeh ha denunciato oggi l'aumento quest'anno della violenza israeliana e dei crimini contro gli abitanti della Striscia di Gaza e della Cisgiordania.

“Durante la prima metà del 2021 è diventato chiaro che è in corso una politica di sparare per uccidere”, ha detto il politico durante una riunione del gabinetto in questa città, secondo l’agenzia di stampa ufficiale Wafa.

Quella strategia criminale deve finire, ha affermato Shtayyeh, che ha esortato la comunità internazionale a fare pressione su Tel Aviv.

Il primo ministro la scorsa settimana ha citato un rapporto dell’Unctad che vede l’occupazione israeliana come la causa principale dei problemi economici che affliggono i palestinesi.

Il documento della Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo (Unctad) conferma che le azioni di Tel Aviv sono il principale ostacolo al nostro progresso, ha affermato il funzionario.

L’Autorità Nazionale Palestinese ha un controllo limitato sulla terra, le risorse e i confini del nostro territorio, ha ricordato.

Shtayyeh ha esortato il paese vicino affinché ponga fine all’occupazione e ha sostenuto l’istituzione dello stato palestinese con i confini del 1967, con Gerusalemme come capitale.

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE