venerdì 12 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il presidente dell’Ecuador si dissocia dai legami con i paradisi fiscali

Quito, 4 ott (Prensa Latina) Il presidente dell'Ecuador, Guillermo Lasso, ha respinto oggi presunti legami con società offshore, dopo essere stato inserito in una lista di leader legati ai paradisi fiscali, resa nota nell'inchiesta Pandora Papers.

In merito alla pubblicazione, in una dichiarazione al pubblico, il presidente ha assicurato di aver collaborato “volontariamente e apertamente” con il Consorcio Internacional de Periodistas de Investigación, responsabile dello studio.

Nella sua dichiarazione, Lasso ha sottolineato di aver rispettato in ogni momento la Legge Organica per l’Applicazione della Consultazione Popolare, fatta il 19 febbraio 2017, che proibisce ai candidati per le posizioni elette dal popolo e ai dipendenti pubblici di possedere proprietà nei paradisi fiscali.

Ha anche sottolineato che, secondo le informazioni divulgate, la maggior parte delle società citate sono state legalmente sciolte in passato e “non ho nessun collegamento con quelle esistenti”.

In questo senso, ha osservato che, essendo di dominio pubblico, il suo patrimonio, contenuto nella dichiarazione dei beni fatta davanti al Controllore Generale dello Stato, è il risultato del suo lavoro di tutta la vita alla Banca Guayaquil.

“Tutto il mio reddito è stato dichiarato e ho pagato le tasse corrispondenti in Ecuador, e sono diventato uno dei maggiori contribuenti personali del paese”, ha detto, aggiungendo che il suo investimento in quell’entità finanziaria è strutturato attraverso il GLM Trust, entità 100% ecuadoriana.

A questo proposito, ha insistito sul fatto che tutti i suoi investimenti all’interno e all’estero di questa nazione andina sono stati effettuati nel quadro della legge.

Ig/scm

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE