lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Afghanistan era uno strumento geopolitico degli Stati Uniti, secondo Russia

Mosca, 27 ott (Prensa Latina) Gli Stati Uniti hanno sempre visto Afghanistan come uno strumento per risolvere le proprie sfide geopolitiche, ha affermato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, in un video-messaggio diffuso oggi all'incontro dei paesi vicini di quella nazione dell'Asia centrale.

Organizzato da Teheran, alla riunione ministeriale partecipano rappresentanti di Cina, Iran, Pakistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan, afferma la nota del ministero degli Esteri russo.

“Il persistente desiderio dell’Occidente di rimodellare Afghanistan secondo i propri standard ha portato a tristi conseguenze: inimicizia interna e spargimento di sangue, polarizzazione della società, collasso socio-economico, catastrofe umanitaria”, ha affermato.

Per il rappresentante di Mosca, una tale situazione ha contribuito all’aumento della presenza di gruppi terroristici internazionali in quel paese islamico, un aumento senza precedenti della produzione di droga e della corruzione.

Ha avvertito che i terroristi in territorio afghano, spacciandosi per rifugiati, stanno cercando di infiltrarsi nei paesi vicini, una minaccia che deve essere contrastata, ha detto.

A loro avviso, tale pericolo può essere affrontato solo creando condizioni di vita normali nel paese stesso, che diventerà un’importante precondizione per il graduale ritorno degli afgani in patria.

“A chi importa in America o in altre capitali occidentali? Afghanistan, a migliaia di chilometri di distanza, è sempre stato un loro comodo strumento per risolvere piccole sfide geopolitiche”, ha concluso.

Ig/mml

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE