mercoledì 17 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il governo palestinese condanna l’omicidio di un giovane colpito da spari israeliani

Ramallah, 6 nov (Prensa Latina) Il governo palestinese ha criticato oggi l'omicidio di un bambino di età inferiore a 13 anni colpito da soldati israeliani come terrorismo di stato durante la repressione di una protesta in Cisgiordania contro gli insediamenti ebraici nell'area.

Condanniamo fermamente la morte di Mohammad Daadas e invitiamo la comunità internazionale ad agire immediatamente per fermare i crimini di Tel Aviv, ha affermato il primo ministro Mohammad Shtayyeh.

L’adolescente è stato colpito da un proiettile allo stomaco durante le manifestazioni nel villaggio di Deir al-Hatab in Cisgiordania ed è stato portato d’urgenza all’ospedale di Rafidia, dove è morto.
Anche il ministero degli Esteri palestinese ha condannato l’omicidio e ha ritenuto il governo israeliano responsabile del crimine e delle sue conseguenze.

Il ministero degli Esteri ha invitato la Corte penale internazionale a indagare sull’incidente.

In termini simili è intervenuto il presidente della Corte suprema palestinese, Mahmoud al Habbash, che ha chiesto la punizione per gli assassini del bambino.

Non ci arrenderemo nonostante gli attacchi israeliani, al contrario, resisteremo all’occupazione finché non lasceranno le nostre terre, ha assicurato.

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE