lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba vicina all’applicazione di 30 milioni di dosi contro la COVID-19

L'Avana, 17 nov (Prensa Latina) Il Ministero della Sanità Pubblica cubano ha comunicato oggi che ha applicato 27.568.000 dosi applicate di immunogeni nazionali anti-COVID-19, un nuovo esempio dei progressi sostenuti nel processo iniziato lo scorso maggio.

 

 

Almeno 10.094.401 persone hanno ricevuto una prima iniezione contro il coronavirus SARS-CoV-2, che causa la malattia, di cui 9.125.369 ne hanno già una seconda, mentre la terza ha raggiunto 8.348.811 cittadini, ha affermato una notifica dell’ente.

 

Questa ultima cifra rappresenta quelli che hanno uno schema di vaccinazione completo con Soberana 02 o Abdala e Soberana Plus, che rappresenta il 78,7% degli abitanti, ha aggiunto il ministero della Salute nel suo rapporto.

 

In quelli con una prima dose, si comprendono quelli inoculati con Soberana Plus come dose singola, ha spiegato il portafoglio, che svolge anche la somministrazione in questi giorni di un rinforzo al personale sanitario, al Gruppo delle Biotecnologie e delle Industrie Farmaceutiche (BioCubaFarma) e ad altri prioritari.

 

Il Direttore della Politica Scientifica di BioCubaFarma, Rolando Pérez, ha recentemente spiegato che i vaccini cubani hanno uno schema composto da tre iniezioni.

 

Il rinforzo – ha chiarito – consentirà non solo di aumentare il numero di cellule di memoria, ma anche di quelle con qualità superiore, potenziando al contempo gli anticorpi con una migliore capacità neutralizzante, ha sottolineato.

 

L’applicazione di questa dose aggiuntiva è stata approvata da 27 paesi, 12 dei quali dall’America Latina, e in questo processo è possibile combinare altri vaccini.

 

Ig/znc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE