sabato 20 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Il parlamento venezuelano indagherà sui crimini contro i suoi migranti in Colombia

Caracas, 17 nov (Prensa Latina) La commissione speciale dell'Assemblea Nazionale che indaga sui crimini contro i migranti venezuelani all'estero ha istituito oggi la sua sottocommissione sul caso Colombia.

 

 

Il gruppo è presieduto dalla diputata Ilenia Medina, insieme ai deputati Gilberto Jiménez, Carmen Zerpa, Julio Chávez e Tania González.

 

Medina ha riferito che durante le prime settimane di attività della commissione, hanno raccolto testimonianze sull’uso frequente di venezuelani per coinvolgerli nel traffico di esseri umani, nel traffico di droga e nelle sparizioni di bambini.

 

“Nella maggior parte dei casi vengono trattenuti senza il consenso dei genitori, escludendo l’uso dei meccanismi di mutua assistenza contemplati nei trattati e negli accordi firmati tra le due nazioni, che rimangono in vigore nonostante ogni rottura delle relazioni diplomatiche”, ha sottolineato.

 

Secondo un comunicato stampa del Parlamento, questa commissione ha alcune sottocommissioni.

 

La prima analizzerà le politiche e l’incitamento all’odio promossi da alcuni governi nella regione e come questo influenzi i migranti venezuelani nel mondo.

 

Lo scopo della seconda sottocommissione sarà quello di studiare il diritto comparato delle normative in materia di migrazione e rifugiati e le leggi venezuelane, nonché i trattati internazionali firmati con lo scopo di garantire i diritti umani dei migranti indipendentemente dalla nazionalità.

 

La terza sottocommissione lavora nell’area della ricezione dei reclami presenziali e supportata dall’uso di meccanismi digitali che facilitano l’accesso dei venezuelani da qualsiasi parte del mondo, garantendo la privacy delle persone colpite; la quarta sottocommissione vuole sistematizzare i reclami e loro supporti.

 

Ig/ycv

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE