mercoledì 24 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Cuba adegua le politiche di marketing agricolo

L'Avana, 10 dic (Prensa Latina) Aumentare la produzione agricola, le esportazioni e le importazioni di tutti gli attori economici coinvolti nel settore è una priorità per il governo cubano, hanno affermato oggi gli esperti.

In una riunione di lavoro, il ministero dell’Agricoltura ha riferito che dopo l’attuazione delle 63 misure per rilanciare la produzione agricola -un anno fa- le forme di gestione non statale (FGNE) hanno firmato 139 contratti per l’esportazione di beni e servizi con il sistema di società di tale attività autorizzate a tal fine.

Di questi, 104 contratti per un valore di circa 4 milioni di dollari sono stati eseguiti (o sono in corso). Ma in totale, insieme ad altre entità, sono stati firmati 163 contratti di esportazione per un valore di circa 15.852.000 dollari, e 128 sono in esecuzione, per circa 6.522.000 dollari.

All’incontro hanno spiegato che il carbone vegetale ha registrato i maggiori volumi di vendita all’estero con oltre seimila tonnellate, per una cifra vicina ai due milioni di dollari. Mentre sono state esportate piccole quantità di frutta, verdura e carne, che insieme superano le 14 tonnellate.

Tuttavia, nonostante i risultati a così breve tempo dall’attuazione delle misure, vi sono fattori negativi, legati ai costi in valuta liberamente convertibile per i produttori, all’aumento delle commissioni di servizio, alla manipolazione eccessiva dei prodotti freschi da parte dell’azienda di trasporto, alla mancanza di formazione, mancanza di contenitori e imballaggi necessari per questa attività.

Ig/tdd

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE