lunedì 22 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Prigioniero palestinese in Israele è liberato dopo 141 giorni di sciopero

Ramallah, 4 gen (Prensa Latina) A seguito dell'ondata di critiche e proteste internazionali nei territori palestinesi, Israele ha deciso di liberare il prigioniero Hisham Ab u Hawash, che ha trascorso 141 giorni in sciopero della fame per chiedere il suo rilascio, ha annunciato oggi una fonte ufficiale.

 

L’Autorità Palestinese per gli Affari dei Prigionieri e degli Ex Prigionieri afferma in una dichiarazione che Abu Hawash, 40 anni, lascerà la prigione il 26 febbraio.

 

Questa è una nuova vittoria per i nostri detenuti, dice il testo, riferendosi ad altre proteste simili che hanno costretto Tel Aviv ad adottare la stessa decisione.

 

Ore prima, il portavoce di quell’istituzione, Hassan Abd Rabbo, ha rivelato che le condizioni di salute di Abu Hawash sono critiche.

 

“È in coma intermittente e soffre di vista debole e incapacità di parlare, oltre a problemi cardiaci e atrofia muscolare”, ha sottolineato in dichiarazioni all’agenzia di stampa ufficiale Wafa.

 

Negli ultimi giorni si sono intensificate le proteste e le marce in varie zone della Striscia di Gaza e della Cisgiordania in solidarietà con il detenuto.

 

Anche l’Unione Europea, il Comitato Internazionale della Croce Rossa e altre organizzazioni mondiali hanno espresso preoccupazione per la salute del prigioniero.

 

Ig/rob

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE