venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Eurodeputato denuncia i disturbi al Consolato cubano a Barcellona

Madrid, 7 gen (Prensa Latina) L'eurodeputato spagnolo Manu Pineda ha denunciato oggi le molestie, le violenze verbali e i disturbi al Consolato cubano di Barcellona e ha annunciato che prenderà provvedimenti.

 

In una conferenza stampa nella capitale catalana, Pineda, accompagnato dalla documentarista Ana Hurtado, ha detto che le procedure saranno svolte con il Dipartimento dell’Interno della Generalitat de Catalunya e, se la situazione rimane statica, il caso sarà portato all’Unione Europea (UE).

 

Il legislatore, che appartiene al gruppo di sinistra del Parlamento europeo, ha fatto riferimento alle vessazioni e agli attacchi che il Consolato Generale di Cuba a Barcellona e la sua squadra diplomatica subiscono da nove mesi, con la passività delle autorità e in palese violazione della Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche.

 

Membro del blocco Unidas Podemos (al governo), e membro del Partito Comunista di Spagna, ha accusato la “campagna che le destre, che qui potrebbero essere rappresentati da Cs, PP e Vox, stanno portando avanti con l’obiettivo di rompere, annullare e sospendere il dialogo politico e l’accordo di cooperazione tra l’UE e Cuba”.

 

Hanno spiegato che una parte è organizzata nella cosiddetta Alleanza Iberoamericana Europea contro il Comunismo, presieduta dal musicista cubano Sayde Chaling-Chong, candidato del partito di estrema destra Vox.

 

Finora le autorità dello stato spagnolo e della Generalitat de Catalunya non hanno adottato le misure corrispondenti per fermare le provocazioni contro le sedi consolari e il personale diplomatico, con le loro famiglie, che vi lavorano, hanno commentato l’eurodeputato e la regista e attivista.

 

Pineda e Hurtado hanno precisato che in questi nove mesi sono stati compiuti atti di ogni genere, come intimidazioni all’uscita dal lavoro, insulti, incitamento a entrare nel consolato con pietre e machete e a dargli fuoco, e persino affermazioni di smembramento del console.

 

Tutto questo è stato denunciato davanti al Dipartimento dell’Interno della Generalitat de Catalunya da Defensem Cuba e dalla FACRE (Federazione dei Cubani residenti in Spagna) al Governo Centrale.

 

Ig/ft

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE