venerdì 19 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

López Obrador presenterà il piano di austerità all’Istituto Nazionale Elettorale

Messico, 7 gen (Prensa Latina) Il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha annunciato oggi che presenterà una proposta di austerità all'Istituto Nazionale Elettorale (INE), anche se ha chiarito che non è obbligatorio perché è un'entità autonoma.

 

Dopo essersi scagliato duramente contro l’alta dirigenza dell’INE che fa di tutto per ritardare o non tenere la consultazione popolare per la revoca del mandato -a cui si oppongono anche i partiti politici opposti-, il presidente ha affermato che ci sono molti dati stravaganti, a cominciare dagli stipendi.

 

Ha chiesto perché non si rispetta la Costituzione, che indica che nessun funzionario pubblico dovrebbe guadagnare più del Presidente della Repubblica, eppure i consiglieri guadagnano molto di più.

 

Ha promesso di presentare il libro paga dell’INE, ma ha annunciato che il consigliere presiedente guadagna l’equivalente di quasi ottomila dollari al mese, oltre a sussidi, viatico, assicurazione medica, spese di rappresentanza, viaggio, auto, carburante e molti altri vantaggi.

 

Il Presidente del Paese guadagna cinquemila dollari e senza quell’accumulo di reddito extra che hanno gli 11 consiglieri dell’INE, con stipendi superiori a quelli dell’Esecutivo, ha indicato.

 

Ha chiarito che l’austerità repubblicana non è una questione quantitativa, o solo risparmio di denaro, ma morale, etica, perché in una nazione con tanta povertà come Messico non ci possono essere questi stipendi e spese.

 

Potrebbe essere legale per loro guadagnare quegli importi, ma è immorale, ha detto.

 

Ha detto che la proposta all’INE potrebbe essere pronta in pochi giorni e ha rivelato che chi lo aiuta indaga anche sulle spese nei pagamenti ai consulenti, quanti sono e chi sono, quanto guadagnano.

 

Ig/lma 

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE