domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Iran condanna il silenzio dell’ONU sui crimini israeliani

Teheran, 20 gen (Prensa Latina) Iran ha ripudiato il silenzio del Consiglio di Sicurezza dell'ONU di fronte ai crimini di guerra e ai crimini contro l'umanità commessi da Israele contro il popolo palestinese, ha evidenziato oggi il canale HispanTV.

Il rappresentante iraniano davanti al massimo organismo internazionale, Mayid Tajt Ravanchi, ha denunciato che nel corso del 2021 il regime di Tel Aviv ha ucciso più di 340 palestinesi, di cui 86 bambini, il maggior numero di minorenni dal 2014.

Ha anche specificato che le forze di occupazione hanno raso al suolo 894 strutture di proprietà palestinese, fatto che ha provocato che più di 1.100 persone hanno dovuto abbandonare le loro case.

“Queste azioni costituiscono crimini di guerra e crimini contro l’umanità, quindi i loro autori devono essere assicurati alla giustizia”, ha affermato.

La situazione nei territori occupati, ha aggiunto, continua a deteriorarsi, il che rappresenta, ha sottolineato, una minaccia alla pace e alla sicurezza in Medio Oriente.

Una delle ragioni principali di uno scenario così drammatico, ha affermato, è l’inerzia del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, per cui Israele non smette di commettere crimini contro il popolo oppresso della Palestina.

Ig/arc

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE