sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Siria critica la debole risposta delle organizzazioni umanitarie

Damasco, 4 feb (Prensa Latina) Il governatore della provincia siriana nordorientale di Hasakeh, Ghassan Khalil, ha definito debole e inefficace il ruolo delle organizzazioni umanitarie internazionali e le ha invitate a fornire la risposta necessaria a migliaia di sfollati.

 

Queste entità devono intervenire immediatamente e valutare la distruzione e il sabotaggio subiti nei quartieri meridionali di Hasakeh, in particolare le case e gli edifici governativi e universitari, ha affermato el Khalil, durante il suo incontro con i rappresentanti degli uffici e delle organizzazioni internazionali che operano in questa provincia.

 

Ha sottolineato che il ruolo di queste associazioni è stato inefficace e insufficiente durante l’ondata di sfollamenti a seguito dei bombardamenti aerei statunitensi e degli scontri avvenuti tra le bande della milizia separatista FDS ed i terroristi dell’Isis, che hanno attaccato il carcere di Al-Sinaa.

 

“Quello che è successo è stato sorprendente e la nostra risposta non è stata al livello desiderato, tuttavia, è stata una lezione e abbiamo promesso che la nostra risposta in futuro sarà più rapida ed efficace”, hanno riconosciuto i responsabili delle organizzazioni non governative.

 

Il Dipartimento degli Affari Sociali di Hasakeh ha riferito che 3500 famiglie hanno abbandonato le loro case a causa degli scontri, dei bombardamenti e del caos generatosi dopo l’attacco dell’Isis alla fine dello scorso febbraio contro il carcere di Al-Sinaa, che ospita quasi 5000 jihadisti.

 

Siria ha indicato che l’attacco è orchestrato dagli Stati Uniti che cercano di riciclare i terroristi e usarli per giustificare la continuazione della presenza illegale delle loro forze.

 

Ig/fm 

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE