martedì 23 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Criticano la lentezza di Bolsonaro con i vaccini e la promozione degli agro-farmaci

Brasilia, 9 feb (Prensa Latina) La vaccinazione anti-COVID-19 oggi in Brasile sta facendo progressi troppo lenti, mentre il governo di Jair Bolsonaro promuove l'approvazione di agro-farmaci dannosi per la salute umana e l'ambiente, ha deplorato la stampa locale.

 

L’analisi nasce perché il Congresso voterà in questa giornata l’urgenza di un disegno di legge che faciliti il rilascio di pesticidi nel paese.

 

Secondo un giornalista del quotidiano O Globo, Bernardo Melo, mentre il caucus rurale difende “con le unghie e con i denti” questa proposta, gli ambientalisti affermano che l’approvazione indiscriminata dei pesticidi può rappresentare un rischio per la salute degli agricoltori e dei consumatori.

 

In questo contesto, Melo ha sottolineato che il governo Bolsonaro è “lento nell’approvare i vaccini e rapido ad autorizzare i pesticidi”.

Il giornalista ha precisato che il testo del deputato Luiz Nishimori (PL-PR) vuole addirittura cambiare il modo in cui la normativa fa riferimento agli agro-farmaci, che verrebbero chiamati “pesticidi” perché, secondo il deputato, ciò eviterebbe la “connotazione dispregiativa”.

 

Senza cambiare le regole, Brasile si distingue per i record nel rilascio di sostanze chimiche per l’agro-business e solo nel 2021 sono stati approvati 562 pesticidi, secondo un’indagine citata da Melo.

 

Ig/dla

 
ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE