sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

La rivendicazione marittima è inalienabile, afferma il presidente boliviano

La Paz, 14 feb (Prensa Latina) Il presidente Luis Arce ha assicurato oggi che la rivendicazione marittima è inalienabile, rendendo omaggio a coloro che hanno affrontato l'invasione cilena della costa di Antofagasta (allora territorio boliviano) 143 anni fa.

“Ricordando l’invasione di Antofagasta, il 14 febbraio 1879, rendiamo omaggio agli eroi che hanno difeso la nostra costa. Il loro esempio è il faro che guida la lotta per una Bolivia dignitosa e sovrana. La nostra pretesa marittima è inalienabile”, ha affermato il presidente sul suo account di Twitter.

Da parte sua, anche il leader del Movimento per il Socialismo, Evo Morales, ha evocato l’evento sui social, ed ha affermato che “continuiamo ad esigere il mare per Bolivia”.

“Oggi ricordiamo con dolore un evento ingiusto. Nel 1879 Cile ci portò via più di 400 chilometri di costa sull’Oceano Pacifico. 143 anni dopo spinti da interessi commerciali, continuiamo a proclamare #MarParaBolivia”, ha riaffermato in un tweet.

Senza una precedente dichiarazione di guerra, le forze cilene hanno invaso il porto boliviano di Antofagasta, ignorando il trattato di confine tra i due paesi che esisteva fino ad allora, secondo gli storici.

Ig/jpm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE