domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Denunciano la persecuzione politica contro Assange

Londra, 1° mar (Prensa Latina) Finché Julian Assange resterà in carcere non ci sarà libertà di espressione o di stampa nel mondo occidentale, avverte Stella Moris, partner sentimentale del giornalista australiano in un video diffuso oggi da WikiLeaks.

Secondo la piattaforma mediatica, Moris ha lanciato l’avvertimento dopo aver ricevuto il Premio Karl Renner per la solidarietà, assegnato ad Assange dal Club dei giornalisti austriaci.

Dopo aver ringraziato per il gesto dei comunicatori austriaci, ha ricordato che il fondatore di WikiLeaks ha scontato 1.053 giorni ieri nel carcere di massima sicurezza di Belmarsh, alla periferia di Londra, nell’ambito di una persecuzione politica da parte degli Stati Uniti per aver diffuso la verità.

Questo premio ricorda tutti i responsabili della sua incarcerazione.

Poiché averlo in prigione è un affronto al giornalismo, ha detto Moris, che ha affermato che il riconoscimento costituisce un “antidoto” contro i tentativi di isolare e demoralizzare il padre dei suoi due figli.

Assange è rinchiuso a Belmarsh da quando il governo dell’Ecuador ha ritirato la protezione diplomatica concessagli sette anni prima e ha permesso alla polizia britannica di entrare nella sua ambasciata a Londra per arrestarlo l’11 aprile 2019.

Sebbene non sia accusato di nulla, dopo aver scontato una pena detentiva di 50 settimane per aver violato la libertà su cauzione nel 2012, la giustizia britannica ha deciso di tenerlo nel carcere di massima sicurezza fino alla conclusione del caso di estradizione presentato dagli Stati Uniti.

Lo scorso dicembre, l’Alta Corte della capitale ha accolto un ricorso presentato dai pubblici ministeri statunitensi contro il rifiuto di un giudice del processo di estradare Assange per paura che si suicidasse in carcere, e il caso è adesso alla Corte Suprema britannica.

Ig/nm

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE