giovedì 18 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Gli statunitensi uniscono le loro voci contro il bloqueo contro Cuba

Washington, 7 mar (Prensa Latina) Cittadini statunitensi e organizzazioni per la pace hanno tenuto manifestazioni questo fine settimana nelle città di New Haven, Hartford e Middletown per chiedere al governo del presidente Joe Biden di porre fine al bloqueo contro Cuba.

I manifestanti hanno anche esortato a portare la pace nell’Europa orientale ed a porre fine alla guerra tra Russia e Ucraina, una crisi incoraggiata da Washington e dai suoi paesi alleati della NATO.

Alle proteste erano presenti l’amica di Cuba, rappresentante liberal-democratica per lo stato del Connecticut, Rosa De Lauro, e il sindaco della città di Middletown, Benjamin Florsheim.

Mentre il mondo concentra la sua attenzione sulla crisi europea e lancia campagne tossiche a difesa dell’egemonia statunitense, i cittadini di quel paese ricordano che l’isola ha subito le conseguenze di un ingiusto assedio economico e commerciale da più di sei decenni.

Hanno partecipato anche i gruppi di solidarietà con Cuba New Haven Peace Council (NEMO), No Embargo Cuba Movement, Greater Hartford Cuba Solidarity Committee, Connecticut Peace and Solidarity Coalition e Unidad Latina en Acción.

Hanno partecipato anche i gruppi Vecinos Unidos, Latin America Solidarity Coalition of WMass, Green Party of Connecticut, Veterans for Peace Connecticut e ANSWER Coalition.

Secondo questi movimenti, il bloqueo imposto dagli Stati Uniti contro Cuba da più di mezzo secolo è la guerra economica più lunga nella storia dell’umanità, volutamente progettata per provocare fame, malattie e disperazione nella popolazione cubana.

Mobilitare l’opinione pubblica all’interno del paese settentrionale è di fondamentale importanza per vincere questa battaglia, hanno concluso.

Ig/age

 

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE