sabato 13 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Gli Stati Uniti a Cuba offriranno servizi consolari molto limitati

Washington, 8 mar (Prensa Latina) L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, oggi prevede riavviare i servizi consolari molto limitati a Cuba, che non includeranno il trattamento dei visti turistici o la ripresa del programma di ricongiungimento familiare.

Pochi giorni dopo che Washington ha annunciato la ripresa di alcune attività presso la sua ambasciata a L’Avana, il Dipartimento di Stato ha specificato che i servizi saranno limitati esclusivamente alle richieste di visto per immigrati appoggiati dalla famiglia.

In dichiarazioni telefoniche ai media statunitensi, Emily Mendrala, vice segretaria di Stato aggiunta presso il Bureau of Western Hemisphere Affairs, ha indicato che la riapertura totale della sede consolare avverrà a tempo indeterminato, nei prossimi mesi.

“Non abbiamo un programma stabilito, c’è molto da fare, ma siamo interessati a iniziare ad elaborare i casi il prima possibile”, ha affermato.

Secondo Mendrala, i cubani che richiedono un permesso di soggiorno dovranno comunque recarsi in un paese terzo, come Guyana, per essere intervistati da un funzionario consolare statunitense.

Ha aggiunto che il trattamento a L’Avana rimarrà quasi del tutto sospeso a causa della significativa riduzione del personale governativo presso la sede diplomatica.

Il paese settentrionale ha chiuso i suoi servizi consolari a L’Avana nel 2017, durante l’amministrazione Donald Trump, con il pretesto di incidenti sanitari segnalati da diplomatici statunitensi, per i quali la scienza non ha trovato una causa ed i rapporti del Dipartimento di Stato statunitense hanno rivelato una gestione errata da parte del governo.

Secondo l’ultima stima fornita dai Servizi di Cittadinanza e Immigrazione, sono ancora in attesa circa 22.000 casi del cosiddetto Parole Program per il Ricongiungimento Familiare Cubano.

Ig/age

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE