domenica 21 Aprile 2024
AGENZIA DI STAMPA LATINOAMERICANA
Search
Close this search box.

Lopez Obrador ridicolizza il parlamento europeo che ha accolto un latitante venezuelano

Messico, 17 mar (Prensa Latina) Il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha ridicolizzato oggi il parlamento europeo per le critiche infondate al suo governo a causa degli omicidi di giornalisti e le dichiarazioni del latitante venezuelano, Leopoldo López, divenuto eurodeputato.

Nella sua conferenza stampa mattutina quotidiana, il presidente ha fatto riferimento al parlamento europeo quando ha riferito delle violenze in Messico e della caccia alla criminalità organizzata ai giornalisti che li denunciano, ma quei legislatori incolpano il suo esecutivo e hanno fatto una dichiarazione al rispetto, organizzata dall’estrema destra.

Ha detto che “aveva appena visto un messaggio di un signore dell’opposizione venezuelano che è scappato ed è stato accolto e protetto in Spagna dal Partito Popolare conservatore e lo hanno nominato legislatore nel parlamento europeo, un uomo che è stato un promotore della violenza nel suo paese”.

Eccolo lì e le sue dichiarazioni contro Messico sono pubblicate in prima pagina dal quotidiano messicano Reforma. Abbiamo risposto al parlamento europeo e aspettiamo per vedere cosa dice quel signore che ora è un eurodeputato: sicuramente che è stata una risposta deplorevole dal Messico, indegna di un capo di stato.

Amlo non ha risposto, ma ha piuttosto offeso gli eurodeputati, secondo il signor López, e il caso mi ha fatto ridere, ha detto il presidente.

Anche un altro deputato di estrema destra di VOX ha dichiarato e rivelato che quando stavano deliberando e scrivendo la menzogna contro Messico hanno abbassato il tono in modo che lui non si arrabbiasse e hanno aggiustato la bozza in cui lo accusavano delle sparizioni e degli omicidi e che aveva legami con la criminalità organizzata.

Chi sono questi tipi per dire queste cose -si chiedeva- se Messico è un paese indipendente, libero e sovrano? Perché interferiscono? Chi dà loro il diritto?, si è domandato e si è risposto da solo.

È che dimenticano e non devono dimenticare che Benito Juárez, il miglior presidente del Messico, e uno dei migliori al mondo, è nato qui, e diceva che tra le nazioni come tra gli individui, il rispetto dei diritti degli altri è la pace.

Ig/lma

ULTIME NOTIZIE
NOTIZIE RELAZIONATE